QUANDO ARTE E GEOMETRIA SI INCONTRANO

Giovedì 9 novembre gli alunni della classe 3^I accompagnati dai Professori Marsili e Capocasale, si sono recati alla mostra a palazzo Blu a Pisa, "Escher oltre il possibile", dedicata a Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese (1898-1972).

La peculiarità di questo artista è stata quella di utilizzare in modo fantasioso e originale le forme geometriche costruendo spazi e scenari impossibili che mutano gradualmente in modo paradossale via via che li osserviamo.

Alla mostra di Escher, gli alunni sono rimasti colpiti dagli ipnotici, dalle xilografie e litografie dell'artista olandese e hanno apprezzato un modo diverso di “fare geometria”, cioè “la geometria che diventa arte”.

In giro per Pisa hanno poi osservato, in piazza Vittorio Emanuele Il, i dettagli architettonici e pittorici del Palazzo delle Poste e del palazzo dell'amministrazione provinciale, entrambi progettati da Federigo Severini, e andando verso la mostra, il murale "Tuttomondo" realizzato da Haring Keith nel 1989, sulla parete esterna della canonica della chiesa di Sant'Antonio Abate.


Pubblicata il 27 novembre 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.