QUANDO ARTE E GEOMETRIA SI INCONTRANO

Giovedì 9 novembre gli alunni della classe 3^I accompagnati dai Professori Marsili e Capocasale, si sono recati alla mostra a palazzo Blu a Pisa, "Escher oltre il possibile", dedicata a Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese (1898-1972).

La peculiarità di questo artista è stata quella di utilizzare in modo fantasioso e originale le forme geometriche costruendo spazi e scenari impossibili che mutano gradualmente in modo paradossale via via che li osserviamo.

Alla mostra di Escher, gli alunni sono rimasti colpiti dagli ipnotici, dalle xilografie e litografie dell'artista olandese e hanno apprezzato un modo diverso di “fare geometria”, cioè “la geometria che diventa arte”.

In giro per Pisa hanno poi osservato, in piazza Vittorio Emanuele Il, i dettagli architettonici e pittorici del Palazzo delle Poste e del palazzo dell'amministrazione provinciale, entrambi progettati da Federigo Severini, e andando verso la mostra, il murale "Tuttomondo" realizzato da Haring Keith nel 1989, sulla parete esterna della canonica della chiesa di Sant'Antonio Abate.


Pubblicata il 27 novembre 2017